Crediamo fortemente nel valore dell’autorealizzazione:
ogni individuo può e deve poter determinare
liberamente il proprio futuro.

 

– Il Presidente, Pierluigi Bancale –

Il talento nascosto

azioni di riscoperta delle proprie abilità, attitudini e conoscenze per rinascere
Attività svolta presso lo Sportello Lavoro di Portobello.

Partnership
Ass. Porta Aperta – Portobello

Progetto avviato l’8 ottobre 2019

Lo Sportello Lavoro è una iniziativa ideata dall’Associazione Porta Aperta situata presso l’Emporio Sociale di Modena Portobello. Il servizio è rivolto ai beneficiari dell’emporio solidale che hanno richiesto ed ottenuto il secondo ingresso all’emporio in ragione dello stato di disoccupazione di componenti il nucleo famigliare oltre che della condizione reddituale prevista.
Cuore dell’intervento di Futuro è l’assistenza psico-sociale di una psicologa/psicoterapeuta che si occupa delle soft skills delle persone in cerca di occupazione, ed in particolare di assisterle nel migliorare la propria “occupabilità” in termini di atteggiamento pro-attivo, competenze trasversali, visione del proprio futuro.

Il panino sospeso

Partnership
Associazione Porta Aperta
Bar «Il giusto gusto» Via XX settembre, 12 Modena

Progetto avviato il 19 ottobre 2019

Si tratta della corrispondente logica del «Caffè sospeso» di Napoli. Chi si reca presso il bar «il giusto gusto», potrà decidere di prenotare, con minimo 5€, un panino che sarà poi preparato fresco e donato da Ass. Porta Aperta ai più bisognosi.
Futuro fornisce ampia visibilità al progetto e CERCA VOLONTARI

Tre step

3 passi concreti per implementare prassi sperimentali di Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA) nella organizzazione ASP Charitas (Modena)

Partnership
Asp Charitas -Ass.Controvento
Unimore – Coop Crescere Insieme

Avvio del progetto: gennaio 2020

È un’azione innovativa in 3 step per sperimentare la comunicazione aumentativa per disabili gravi/gravissimi adulti, ospiti dell’Istituto Charitas.
STEP A. Ricerca: Survey sulle abilità comunicative degli ospiti tramite personale educativo esperto – si analizza lo stato dell’arte su circa 50 ospiti per la profilazione dei casi oggetto della sperimentazione;
STEP B. Diffusione della conoscenza tecnica nel personale tramite la partecipazione di un educatore e un OSS al Master di CAA –
Master in La Comunicazione Aumentativa Alternativa: strumenti per l’autonomia della Università di Modena e Reggio Emilia, Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche Materno-Infantili e dell’Adulto – (direttore: Prof Elisabetta Genovese).
STEP C. Attivazione di un Centro di consulenza rivolto all’esterno – unico nel suo genere in tutta Italia – che si auto-finanzia – valutazioni tecniche a cura dell’università degli Studi di Modena e Reggio Emilia